Sport per Tutti

londra2012Bambini, bambine, ragazzi e ragazze, uomini e donne di ogni età, ragazzi e ragazze diversamente abili come Matteo, Alessia, Tommaso, Marco, Giuliano, all’interno della palestra hanno la possibilità di cimentarsi tutti insieme sulla pedana da schema e di partecipare ad allenamenti di gruppo. Questo viene realizzato grazie all’attenzione che i Maestri del Club Scherma Lucca TBB rivolgono alle caratteristiche fisiche e psicologiche di ogni atleta, in modo tale da trasformare l’allenamento in momento di conoscenza del proprio corpo e di benessere psico-fisico e di aggregazione e crescita interpersonale.

 lezione alessia e marco bella“Lo stare in gruppo” permette infatti ai normodotati di cooperare con gli altri e di riconoscere e di accettare il valore delle diversità altrui; i soggetti diversamente abili, dal loro canto, lavorando con gli altri ed imparando ad indossare l’occorrente per “tirare” (come la divisa, la maschera e quant’altro) riescono a convivere e superare la propria disabilità.

SONY DSCAffinché tutti i soggetti ed in particolare i diversamente abili possano sentirsi in un ambiente familiare dove muoversi liberamente e senza pericoli, il nuovo Palazzetto della Scherma è privo di qualsiasi barriera architettonica e grazie al contributo della Fondazione Banca Del Monte di Lucca, da sempre sensibile alle tematiche sociali, è stato possibile realizzare un bagno con servizi facilmente fruibili da soggetti diversamente abili.

marco e luna bellaEcco dunque che la scherma, rispettando le diversità altrui, le regole del vivere quotidiano e le norme tecniche che regolano la pratica dello sport, dell’avversario e dei Presidenti di Giuria, entra in una dimensione più grande, ovvero quella di una “palestra di vita”.

Lascia un Commento